La solitudine.

Non è una brutta parola.

La solitudine è lo strumento necessario per capire se stessi. Senza la solitudine non capirete mai veramente quello che siete.

Ogni volta che sorge il sole, mettetevi di fronte ad uno specchio. Affrontate le vostre debolezze. Diventate più forti.

Tutto questo, è grazie alla solitudine.

Non abbiate paura di restare soli. Non abbiate paura di affrontare voi stessi.

Chiunque di noi commette errori. Chiunque di noi si sente incompiuto, condizione necessaria per crescere, migliorarsi, trsformare se stessi in un esempio, un pezzettino alla volta.

Senza fretta. Senza frenesia.

La solitudine è la via più breve per la serenità. Interiore. Quella vera. L’unica.

Serenità raggiunta grazie alla forza della Ragione, grazie alla forza della consapevolezza delle proprie azioni, dei propri comportamenti.

Rispetto. Fedeltà. Sincerità.

Tre valori imprescindibili, imperativi categorici che ognuno di noi ha l’obbligo di provare a raggiungere. Un dovere civile verso noi stessi e verso tutti i cittadini del mondo.

Sarà un percorso difficile, non vi illudete. Difficilissimo. Sarà una via colma di insidie. Troverete ostacoli in angoli remoti, trappole nascoste nei sorrisi, eventi beffardi disegnati ad arte dalla genialità del Caso.

Non cercate negli altri la verità. L’unica verità è nascosta dentro uno specchio.

Succederà.

Succederà un giorno, nel prossimo futuro. Vi volterete con timore, guarderete il vostro passato, cercherete le risposte alle domande della vostra vita.

La risposta sarà la vostra coscienza, che non ha maschere e non conosce la bugia, vi sbatterà in faccia quello che siete. Quello che avete raggiunto.

Senza se.

Senza ma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.