Custodisco un sogno, uno dei tanti per la verità. Quel sogno parla di una terra, l'epicentro della storia dell’umanità. Quella terra, crocevia delle religioni più importanti del mondo, conosciuta come “Santa”. Terra Santa

Gerusalemme.

Nazareth.

Betlemme.

Il solo nome di questi luoghi mi mette i brividi. Il timore di recarmi in un paese dove la sicurezza non è garantita, con tutta sincerità, c'è. Quello stesso timore, però, viene spazzato via appena, chiudendo gli occhi, mi immagino a Tabga, davanti alla pietra dove avvenne la prima moltiplicazione dei pani e dei pesci, oppure davanti al Muro Occidentale, il muro del pianto, a Gerusalemme

Sempre a Gerusalemme, non oso immaginare cosa proverò quando mi troverò dove Gesù di Nazareth è stato crocifisso e sepolto, quando mi troverò al cospetto della Basilica del Santo Sepolcro, il luogo più sacro alla religione Cristiana, la Chiesa delle Chiese.

Poi Betlemme,  luogo di nascita di Gesù secondo i Vangeli di Luca e Matteo nel Nuovo Testamento, la cui rappresentazione, più o meno veritiera, è ogni anno nelle case di milioni di persone in occasione del S.Natale.

E molto, molto altro ancora..

Il viaggio in Terra Santa è previsto per Maggio 2018.

Anche se, con il pensiero, sono già in Galilea, al tempo di Re Erode.

In Terra Santa.

Rispondi